MUSSOMELI

COMUNE AMICO di MUSSOMELI

italianSituata in una posizione strategica nell’entroterra siciliano, dai suoi 765 metri sul livello del mare Mussomeli domina l’area montuosa che separa le province di Caltanissetta e Agrigento. mussomeliA due km dal centro abitato, che conta circa 11.000 abitanti, sorge il magnifico Castello manfredonico, costruito nel 1300 sopra un’antecedente fortezza araba e incastonato nella roccia: la costruzione, perfettamente integrata e amalgamata nella roccia, è unica nel suo genere. Il castello è stato abitato negli anni da varie famiglie nobiliari e ora è di proprietà comunale. L’interno è stato restaurato e sono visitabili sia le stanze abitate dai nobili, sia i sotterranei, con le antiche prigioni, la sala d’armi, le scuderie dei cavalli, i pozzi. E’ aperto tutti i giorni dell’anno, ma se ci andate il primo settembre troverete la festa storica del castello, celebrata da più di un secolo. In quest’occasione il castello viene animato da musici, giocolieri e comparse in abiti medievali, che lo raggiungono sfilando in un corteo che parte dal centro storico della città. Legata al Castello di Mussomeli è anche la storia della famosa Baronessa di Carini.
Oltre al castello, merita una visita l’ampio centro storico di Mussomeli, di origine medievale (la cittadina è stata fondata nel XIV secolo): qui si possono ammirare la bellissima Torre dell’Orologio, Palazzo Trabia e tredici chiese, tra cui la Chiesa Madre dedicata a San Ludovico e il Santuario di Maria Santissima dei Miracoli con l’attiguo chiostro. E’ in progetto un Museo con gli Ori della Madonna: tradizionalmente infatti chi ha ricevuto una grazia o ha fatto una promessa alla Madonna dei Miracoli, patrona di Mussomeli, nel tempo ha omaggiato la patrona con molti ori.
Per gli appassionati di storia è d’obbligo una visita agli scavi archeologici nel sito di Polizzello (dove sono state rinvenute tracce dei sicani, tra cui un elmo di cui esistono al mondo solo due esemplari) e Contrada Raffe, dove si trovano invece testimonianze successive, relative al periodo delle incursioni dei greci di Agrigento e della dominazione romana.
Ampio è il patrimonio di Mussomeli legato alle tradizioni religiose e ai paramenti sacri, che si rivela soprattutto nella Settimana Santa. Mussomeli è stata nominata ‘Paese delle Confraternite’, con le sue cinque confraternite di origine cinquecentesca. Ha anche una scuola di cantori e ‘lamentatori’: ogni confraternita ha un suo gruppo di lamentatori e i lamenti sono stati inseriti nel registro dei beni immateriali della Regione Sicilia e nel patrimonio immateriale dell’Unesco.
Mussomeli è tutta da scoprire anche dal punto di vista gastronomico: imperdibili i suoi formaggi, soprattutto ricotta e pecorino. Se siete in zona a maggio, potrete deliziarvi con la Sagra della Ricotta. Per l’8 dicembre invece, il ponte dell’Immacolata, viene preparata tipicamente la ‘guastedda’, un dolce fatto con farina e miele. La Focaccia di Mussomeli, particolarissima per l’unione tra gli ingredienti di carne di vitello macinata, salumi e pecorino, è stata addirittura inserita nel sito dell’Accademia Barilla come prodotto tipico.

englishSet in a strategic position in the sicilian backcountry, from its 765 metres a.s Mussomeli overlooks the mountainous area between the provinces of Caltanissetta and Agrigento. mussomeliJust two kilometres far from the centre of the town – which has about 11.000 citizens - there is the magnificient Manfredonic Castle, built in 1300 above a previous arab fortification and nestled in the rock: the construction, perfectly integrated and blended with its rock, is unique. The castle has been inhabited by various aristocrat families and is now property of the Municipality. The interior has been restored and you can visit the rooms of the aristocrats, the underground rooms, the ancient jails, the room of the weapons, the horses stables, the wells. The castle is open every day, but if you go in Mussoemeli at the beginning of September you will find the Historical Feast of the Castle, celebrated since more than one century. In this occasion the castle is animated by musicians, jugglers and actors in medieval costumes, who arrive in a parade from the city centre to the castle. The famous legend of the Baroness of Carini is also connected to the castle.
Beyond the castle, you have to visit the huge historical centre of Mussomeli, of medieval origins (the city was founded in the XIV century): here you can see the beautiful Torre dell’Orologio (Clock Tower), Trabia Palace and thirteen churches, among which there is the Mother Church dedicated to San Ludovico and the Sanctuary of Maria Santissima dei Miracoli with the attached cloister. There is a project for a Museum of the Gold of the Madonna dei Miracoli: traditionally infact who recevided a miracle or who did a promise to the Madonna dei Miracoli, Patron of Mussomeli, honoured her with gold and jewels.
The lovers of history can visit the archaeological excavations in the two sites of Polizzello (where there are traces of the Sicani, such as a helmet of which there are only two models in the world) and Contrada Raffe, where instead there are prooves related to the period of the incursions of the greek from Agrigento and of the roman domination.
Mussomeli has a huge heritage connected to religious traditions and holy vestments, which reveals itself mainly during the Holy Week. The city has been named ‘Paese delle Confraternite’ (Town of the Confraternities), with its five confraternities dated back to 1500. There is also a school of cantors and ‘lamentatori’: every confraternity has its own group of lamentatori and the ‘lamenti’ have been included in the register of the intangible heritage of Regione Sicilia and UNESCO.
Mussomeli has to be unearthed also in its unique culinary art: its cheese are unmissable, especially ricotta and pecorino. If you are in Mussomeli in May, you can tickle the appetite with the Sagra della Ricotta (Ricotta feast). On the 8th of December, for the feast of the Immaculate Conception, is prepared the typical ‘guastedda’, a sweet done with flour and honey. The Focaccia of Mussomeli, unusual for the mix of ingredients - such as mixed calf meat, cold cuts and pecorino cheese - has even been included on the site of the Accademia Barilla as important Italian typical product.